Torino: estorsione Pasquaretta, difesa vuole Sacco in aula

E forse anche Appendino. Pm ribadisce richiesta processo

(ANSA) - TORINO, 13 GEN - La testimonianza di Alberto Sacco, assessore comunale al commercio a Torino, è stata chiesta dalla difesa all'udienza preliminare in cui fra gli imputati compare Luca Pasquaretta, ex portavoce di Chiara Appendino. L'ambito è quello della vicenda in cui Pasquaretta è accusato di estorsione alla sindaca. I suoi legali, Stefano Caniglia e Claudio Strata, hanno invitato il giudice ad ascoltare Sacco ed eventualmente, se sarà necessario, a convocare Appendino per un confronto.
    Secondo l'accusa Pasquaretta nell'estate del 2018 avrebbe fatto pressioni indebite per ottenere nuovi incarichi dopo la fine del rapporto con la prima cittadina. Gli avvocati hanno osservato che l'accusa si basa sulle affermazioni di Sacco e che la Appendino ha sempre detto di non essersi mai sentita minacciata.
    Gli episodi al vaglio del giudice sono diversi e gli imputati sono in tutto otto. Oggi il pm Colace ha ribadito le richieste di rinvio a giudizio. Per due figure minori è già stato deciso di trasmettere le carte a Matera in relazione a un'altra delle vicende sotto esame. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie