Carceri; sindacati,a Monza grave carenza

Sindacati, rapporto educatori 1 a 190 acuita da Covid

(ANSA) - MONZA, 20 NOV - "La situazione nel carcere di Monza è ormai diventata insostenibile a causa della carenza del personale. Su 580 detenuti presenti, a fronte dei previsti 430, il rapporto educatore/detetenuto è di uno a 190". Lo hanno denunciato, in una nota, i rappresentanti dei sindacati Uilpa (polizia penitenziaria), unitamente a Cisl, Fp e Cgl, di Monza e Brianza.
    "L'attuale situazione emergenziale" dovuta al Covid "non ha fatto altro che acuire il problema strutturale ormai da anni caratterizza l'istituto penitenziario di Monza", viene sottolineato nel documento, "questa carenza è inaccettabile ed insostenibile e mette a serio rischio sia i lavoratori che la tenuta del sistema di riabilitazione carceraria". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie