Va in pensione ma non c'è sostituto, lavora gratis 4 mesi

Nella Bergamasca,dipendente comunale resta per l'emergenza Covid

(ANSA) - MILANO, 08 AGO - E' andata in pensione a metà marzo Marisa Avogadro, dipendente del Comune di Capizzone, in provincia di Bergamo, una delle zone più colpite dal Coronavirus, ma nessuno poteva sostituirla perché il concorso era stato bloccato per il lockdown. Così lei, addetta all'ufficio servizi demografici (quello dove si registrano fra l'altro nascite e morti) ha continuato ad andare a lavorare, gratis, fino al 17 luglio.
    "Quando ho visto che il Comune era in difficoltà - ha raccontato Marisa all'Eco di Bergamo - soprattutto all'anagrafe che era il mio ufficio, non ho esitato a restare". Adesso, dopo trent'anni dl lavoro per l'amministrazione comunale, inizia un nuovo capitolo della sua via. "Non penso avrà tempo per annoiarmi", ha assicurato. Intanto, per quanto ha fatto in tutti questi anni Marisa ha ricevuto una targa di ringraziamento dal sindaco Alessandro Pellegrini. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie