Coronavirus: Confindustria Udine, crollo Pil, -9% in 2020

Indagine trimestrale Confindustria su comparto manifatturiero

(ANSA) - UDINE, 04 GIU - L'impatto improvviso a marzo del Covid-19 sull'industria della provincia di Udine è stato molto pesante e si stima un crollo del Pil nel solo 2020 pari ad oltre 9 punti percentuali. E' quanto risulta dall'indagine trimestrale sul comparto manifatturiero provinciale condotta dall'Ufficio studi di Confindustria Udine, resa nota oggi.
    Nel 1/o trimestre 2020 l'indicatore della produzione industriale, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è sceso del 6,2%. E anche nel 2/o trimestre, in conseguenza della chiusura di circa il 60% delle imprese manifatturiere per diverse settimane, la caduta dell'attività, prevede Confindustria Udine, sarà sicuramente maggiore. Il fatturato ha segnato nei primi tre mesi di quest'anno un crollo, con una variazione negativa del -6,8% rispetto allo scorso anno, e in conseguenza della pesante diminuzione degli ordini, per il 73% delle aziende nel 2/o trimestre si registrerà un'ulteriore e pesante diminuzione. I prezzi dei materiali e dei prodotti finiti, rileva ancora l'indagine, hanno registrato rispettivamente un calo del 7% e del 6,4% nel 1° trimestre rispetto al 2019. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie