Via Seta:D'Agostino, coronavirus frena sviluppo filiera vino

Sospeso primo incontro tra produttori, trader e controparte Cina

(ANSA) - TRIESTE, 14 FEB - "Degli accordi che abbiamo siglato con la China Communication Construction Company (CCCC) la componente che è andata più avanti è quella relativa allo sviluppo della filiera del vino in Cina. In questi giorni avremmo dovuto avere un incontro importante, il primo diretto tra produttori, commercianti e controparte cinese, ma è stato sospeso", a causa dell'emergenza coronavirus. Lo ha detto in un forum all'ANSA il presidente dell'Autorità portuale di Sistema del Mare Adriatico orientale, Zeno D'Agostino. I Memorandum d'Intesa siglati con CCCC a Roma, ricorda, poggiano su "tre punti fondamentali": possibilità di investimenti cinesi "sulla componente ferroviaria dello sviluppo del porto"; avvio di una "collaborazione tra Porto di Trieste e CCCC per una grande piattaforma logistica a Kosice in Slovacchia" e lo sviluppo all'export di prodotti italiani in Cina, concentrata inizialmente sulla filiera del vino, anche se ora "tutto è sospeso, anche la partecipazione alla fiera della logistica a Shanghai".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie