La caffeina in eccesso può ridurre l'assorbimento del calcio

Con il rischio di osteoporosi

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 19 LUG - Assumere caffeina in eccesso potrebbe aumentare il rischio di osteoporosi, infatti uno studio condotto presso la University of South Australia e pubblicato sulla rivista British Journal of Clinical Pharmacology evidenzia che consumare troppa caffeina nell'arco di una giornata lavorativa raddoppia la quantità di calcio che viene eliminata dal corpo attraverso le urine.

La quantità risultata a rischio è 800 milligrammi di caffeina, che grosso modo equivale a oltre 6 tazzine di moka.

Per studiare gli effetti del caffè sull'assorbimento del calcio, un minerale fondamentale per le ossa, gli esperti hanno suddiviso in due gruppi un campione di individui che dovevano masticare o una gomma alla caffeina o una gomma placebo senza caffeina, a intervalli di tempo nell'arco di una giornata lavorativa di 6-7 ore fino a 800 milligrammi di caffeina totali.

Gli esperti hanno analizzato le urine del campione e visto che con consumi di 800 milligrammi il quantitativo di calcio eliminato con le urine praticamente raddoppia.

Secondo gli esperti, quindi, consumare caffè o altre bevande contenenti caffeina in quantità eccessiva può influenzare il metabolismo del calcio e aumentare il rischio di osteoporosi.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie