Fondazione Barilla presenta il Food Sustainability Index

Istituito premio 'Food Sustainability Award'

Redazione ANSA ROMA

- ROMA - "Quando il cibo è davvero buono?", è questa la domanda alla quale il Barilla Center for Food & Nutrition ha provato a dare risposta nel corso del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia. BCFN ha presentato due progetti: il Food Sustainability Media Award, realizzato con Fondazione Thomson Reuters, per premiare chi - tra giornalisti professionisti e talenti emergenti - saprà meglio raccontare paradossi e sfide del cibo. E il Food Sustainability Index, realizzato con The Economist intelligence Unit, un indice che mostra dove l'agricoltura è più sostenibile, si combatte meglio lo spreco alimentare e minore è il gap tra malnutrizione e obesità. Food Sustainability Index: Francia, Giappone e Canada i Paesi dove il cibo è "più buono" Secondo questo indice Francia, Giappone e Canada sono le realtà dove il cibo è più "buono", perché è dove viene prodotto, distribuito e consumato meglio. Tre realtà dove l'agricoltura è più sostenibile, si spreca meno il cibo (e si adottano politiche innovative per combattere lo spreco) e si mangia in modo più equilibrato, senza eccessi e carenze, attenti alla propria salute e a quella del pianeta. E l'Italia? Il nostro Paese si ferma alla sesta posizione della graduatoria, premiato come miglior Paese Ue per emissioni di gas serra in agricoltura, ma l'obesità infantile è un problema. Proprio dell'impatto che il cibo e le nostre scelte alimentari hanno sull'ambiente (oltre che sulla nostra salute) si è discusso oggi nel corso del Festival del Giornalismo di Perugia, in occasione della tavola rotonda dal titolo "Quando il cibo è DAVVERO buono? Uno sguardo al cibo, oltre il gusto", organizzata dalla Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, che ha visto la moderazione di Luca Di Leo (Head of Global Media Relations Gruppo Barilla) e la partecipazione di Mario Calabresi (Direttore de La Repubblica), Marta Antonelli (Research Program Manager - BCFN Foundation), Irene Mia (Global Editorial Director, Thought Leadership - Economist Intelligence Unit) e Antonio Zappulla (Chief Operating Officer - Thomson Reuters Foundation).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie