Meno rischio cardiaco con 2 porzioni di pesce a settimana

Gli effetti benefici valgono di più tra chi ha sofferto di cuore

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 MAR - Mangiare due porzioni a settimana di pesce azzurro può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari nelle persone che già sono ad alto rischio e che hanno avuto patologie cardiache o ictus. Al centro di questo beneficio ci sono gli acidi grassi omega-3, che i ricercatori hanno scoperto essere legati a un minor rischio di eventi cardiovascolari importanti.

"C'è un significativo vantaggio protettivo del consumo di pesce nelle persone con malattie cardiovascolari", ha detto il coautore Andrew Mente, docente della McMaster University e ricercatore presso il Population Health Research Institute.

Il lavoro è stato realizzato su 192.000 persone, di cui circa 52.000 con malattie cardiovascolari. Nessun beneficio alla salute del cuore è stato notato invece con il consumo di pesce nei pazienti senza malattie cardiache o ictus.

"Questo studio - ha aggiunto - ha importanti implicazioni per le linee guida sull'assunzione di pesce a livello mondiale.

Indica che l'aumento del consumo di pesce e in particolare del pesce azzurro nei pazienti vascolari può produrre un modesto beneficio cardiovascolare".

Mente ha sottolineato anche che le persone a basso rischio di malattie cardiovascolari possono avere una modesta protezione dalle patologie cardiache mangiando pesce ricco di omega-3, ma i benefici per la salute sono risultati meno pronunciati rispetto a quelli ad alto rischio. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie