Donini (Regioni): "Le risorse per il il Servizio sanitario non bastano, servono 4 miliardi"

"Occorrono interventi immediati e una riforma del settore. carenza di personale preoccupa"

Redazione ANSA BOLOGNA

Le risorse previste dalla legge di bilancio per il 2022 per finanziare il Servizio sanitario nazionale non sono "adeguate" a garantire "sostenibilità della programmazione sanitaria", per il proseguimento delle misure di gestione della pandemia e per i maggiori costi emergenti: serve "un finanziamento aggiuntivo" di almeno "4 miliardi" per quest'anno. Lo evidenzia Raffaele Donini, assessore emiliano-romagnolo che coordina la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in una lettera indirizzata al presidente Massimiliano Fedriga e a Davide Caparini, coordinatore della Commissione Affari finanziari.

Regioni e Province autonome sono "preoccupate per le criticità che riguardano il fabbisogno di personale, dipendente e convenzionato" del Servizio sanitario nazionale. "L'indisponibilità di un numero adeguato di operatori sanitari, a partire dai medici e dagli infermieri rappresenta una criticità che richiede interventi immediati e che presuppone, in prospettiva, una vera e propria riforma del settore", aggiumge Raffaele Donini nella lettera al presidente Fedriga e a Caparini.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA