Bisoffi(Irccs di Negrar),verosimili schemi richiami diversi

"Bene scelta ministero su 'monodose' per guariti"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "È verosimile pensare" che "i futuri schemi dei richiami dei vaccini contro Sars-Cov-2 saranno diversi" in relazione al prodotto che è stato somministrato durante la campagna di immunizzazione. Dunque potrebbero non esserci terze dosi uguali per tutti da dare allo stesso intervallo di tempo. A sottolinearlo è il professor Zeno Bisoffi, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive e Tropicali e Microbiologia dell'Irccs Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. "Ora non è possibile quantificare i tempi per l'eventuale terza dose, ma è verosimile pensare che per i due diversi tipi principali di vaccino, a mRna e adenovirus, prima o poi sarà necessaria. Ma potrebbero esserci tempistiche differenti", aggiunge.
    Bisoffi è il coordinatore di uno studio, in corso di pubblicazione sulla rivista scientifica Clinical Microbiology and Infection, che ha dimostrato come i guariti dalla Covid, poi vaccinati 9 o 10 mesi dopo, hanno avuto una risposta anticorpale più forte rispetto a persone vaccinate pochi mesi dopo essere guarite dall'infezione.
    "Il ministero della Salute, attraverso una circolare, ha esteso entro i 12 mesi la durata della 'monodose' vaccinale per chi ha già avuto la malattia - spiega - è interessante: sono contento che sia stata presa questa decisione".
    Da inizio pandemia l'Irccs di Negrar ha pubblicato oltre 20 ricerche scientifiche sulla Covid e altre sono in corso di pubblicazione. Tra gli studi portati avanti, uno ha dimostrato come l'influenza stagionale sia completamente sparita. Su 43.879 campioni esaminati da ottobre 2020 ad aprile 2021 grazie a un test multiplo (in grado di accertare contemporaneamente la presenza di Sars-Cov-2, del virus dell'influenza A e B e del Vrs, il virus respiratorio sinciziale) 4.132 sono stati i positivi al nuovo coronavirus e nessuno è risultato positivo all'influenza stagionale. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA