Borse di studio contro malasanità "che fa strage di anziani"

Iniziativa onlus riservata a studenti o neolaureati

Redazione ANSA

Contribuire a risolvere il problema della malasanità ospedaliera, "che causa ogni anno in Italia migliaia di morti inutili di anziani". E' l'obiettivo delle tre borse di studio, di 3.000 euro ciascuna, destinate a studenti universitari iscritti all'ultimo anno o neolaureati italiani "indigenti ma meritevoli", lanciate dalla Fondazione-Centro Culturale Domenico ed Elsa Fossatelli onlus.

Ai partecipanti al bando che abbiano una media di 30/30 o siano laureati con almeno 110/110 è chiesto di redigere un articolo "su come, a loro parere, si possa risolvere il grave problema sociale della malasanità ospedaliera e, in particolare la parte più corposa di essa, costituita dalle infezioni nosocomiali che causano persino, ogni anno, la immensa falcidie/Olocausto di diverse migliaia di morti inutili di anziani".

Le domande di partecipazione, da inviare entro il 10 agosto 2020, saranno esaminate dal Comitato Scientifico della Fondazione che deciderà i nomi degli eventuali vincitori che saranno proclamati il 30 settembre dello stesso anno, al termine del Terzo convegno sulla malasanità ospedaliera, in programma a Roma. Oltre ai premiati, sarà redatta una lista di merito con gli altri articoli di pregio. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA