Coronavirus: Rangnick, ripresa calcio segnale importante

Non rivendichiamo ruolo speciale,non togliamo tamponi a nessuno

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 26 APR - Tornare a giocare a calcio nonostante il Coronavirus "invierebbe un grande segnale alla società". E' la tesi di Ralf Rangnick, responsabile tecnico delle squadre di proprietà Red Bull e in pole position per diventare il prossimo allenatore del Milan. "Sarebbe importante - spiega Rangnick, intervistato da Swr Sport - non solo dal punto di vista finanziario per i club, ma anche dal punto di vista psicologico per tutta l'umanità". La Bundesliga dovrebbe tornare in campo il prossimo 9 maggio e Rangnick risponde con forza alle polemiche sui presunti privilegi del calcio: "Il calcio professionistico ha un ruolo speciale ma non rivendica un ruolo speciale. Non una sola persona sarà sottoposta ad un tampone di meno perché la Bundesliga riprenderà". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA