Coronavirus: boom articoli scientifici,oltre 50 in 20 giorni

Nature, "raffica attività di ricerca, 50% nell'ultima settimana"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Più di 50 articoli scientifici sono stati pubblicati sul nuovo coronavirus cinese negli ultimi 20 giorni, una vera e propria "raffica di attività di ricerca" che vede impegnati scienziati di tutto il mondo. A sottolinearlo è Nature in un articolo online. Il virus, noto come 2019-nCoV, provoca una grave malattia respiratoria e l'epidemia crescente e rappresenta un agente infettivo nuovo per la scienza. Per misurare questa attività di ricerca, gli esperti di Nature hanno ricercato gli studi sul virus usando i termini "coronavirus" o "ncov" sugli archivi online di articoli in versione prestampa (come bioRxiv, medRxiv e ChemRxiv), su Google Scholar, sul forum di discussione virological.org, sul tracker dell'attività accademica Altmetric e sui siti web di istituzioni che avevano pubblicato rapporti di ricerca preliminare sull'argomento. Al 30 gennaio, sono stati pubblicati almeno 54 articoli in lingua inglese sul coronavirus, più della metà negli ultimi 7 giorni, senza contare quelli su riviste in lingua cinese.
    Più di 30 sono prestampe, ovvero è una versione di un documento scientifico che precede la revisione formale e la pubblicazione. Alcuni sono apparsi su riviste peer-reviewed, tra cui The Lancet e Journal of Medical Virology. Molti articoli contengono stime della rapidità con cui il virus si diffonde o della durata del suo periodo di incubazione. Altri studi si concentrano sulla struttura del virus o sulla composizione genetica, "informazioni che potrebbero essere utilizzate per identificare gli obiettivi dei farmaci o sviluppare un vaccino".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA