General Motors richiama in Usa 68.667 Chevy Bolt EV

In due anni si sono verificati cinque incendi delle batterie

Redazione ANSA ROMA

General Motors, su segnalazione dell'ente federale National Highway Traffic Safety (NHTSA) ha avviato un richiamo per 68.667 esemplari del modello elettrico Chevrolet Bolt EV costruiti fra il 2017 e il 2019 a causa del rischio di incendio del pacco batterie. Dopo le indagini che hanno riguardo 5 incidenti, GM ha riscontrato che la combustione delle celle montate nella Bolt - fabbricate dalla coreana LG Chem - sono avvenuti quando le batterie erano completamente o quasi completamente cariche. Gli esperti di GM non sono ancora sicuri su quale difetto abbia causato esattamente gli incendi, ma hanno trovato elementi comuni nei cinque incidenti, tra cui la quantità di carica della batteria e la fabbricazione nello stesso stabilimento coreano LG Chem. Le Chevrolet Bolt 2020 non sono sono state incluse nel richiamo perché le loro batterie sono prodotte da un altro fornitore ed utilizzano una chimica diversa. ''La sicurezza dei nostri prodotti è la massima priorità per l'intero team GM - ha dichiarato Jesse Ortega, ingegnere capo di Chevrolet Bolt EV - Continueremo a collaborare con NHTSA e stiamo lavorando 24 ore su 24 alle nostre indagini per identificare il problema''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie