Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rc auto, per periti rincari legati a modifiche gestione sinistri

Rc auto, per periti rincari legati a modifiche gestione sinistri

Aiped,'si ricorre ad autority non sottoposte al controllo Ivass'

ROMA, 11 febbraio 2024, 17:43

Redazione ANSA

ANSACheck

Archivio - RIPRODUZIONE RISERVATA

Archivio -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Archivio - RIPRODUZIONE RISERVATA

I rincari delle tariffe Rc auto sono legati essenzialmente ai cambiamenti apportati dalle compagnie di assicurazioni nella gestione dei sinistri stradali. Lo afferma Aiped, Associazione Italiana Periti Estimatori Danni, che il prossimo 14 febbraio presenterà un apposito documento al Mimit nel corso della riunione indetta dalla Commissione di allerta rapida sui prezzi.
    "Le imprese assicurative - sostiene l'Aiped - hanno messo mano alla gestione della stima del danno" e "appaltano l'accertamento dei danni a società di capitali con vastissime aree di competenza territoriale denominate, impropriamente, 'Authority'. Questi soggetti, non sottoposti al controllo dell'Ivass, gestiscono l'accertamento e la stima dei danni per lo più da remoto, anche con l'impiego di personale non abilitato allo svolgimento dell'attività tecnica che, come noto, può essere eseguita solamente da tecnici specializzati".
    L'Aiped spiega quindi che "le valutazioni dei costi di riparazioni vengono effettuate sistematicamente sulla base di documentazione fotografica o video, senza ispezionare il veicolo, con una visione quindi bidimensionale e non tridimensionale del danno, in assenza di misurazioni e controlli tramite contatto visivo e fisico". In sintesi, sottolineano i periti, anche a voler ritenere affidabili i dati difficilmente verificabili sul costo dei sinistri forniti dalle imprese assicurative, è evidente che le politiche fin qui adottate (risarcimento diretto, canalizzazione forzata, provider, marginalizzazione della figura del perito assicurativo) non hanno portato ad una riduzione dei costi ma, al contrario, ad un notevole incremento".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza