Seattle batte Los Angeles: divieto motori termici dal 2030

California, storica paladina difesa ambientale, lo farà nel 2035

Redazione ANSA ROMA

Seattle, o meglio Olympia che ne è la capitale, batte la California nell'inasprimento delle norme sulla vendita delle auto con motori termici e porta lo Stato di Washington (che nulla ha a che fare con la Capitale degli Stati Uniti) il testa alla classifica dei legislatori più aggressivi nei confronti dei veicoli tradizionali.
    Con il provvedimento di legge HB 1287 - 2021-22 'Concerning preparedness for a zero emissions transportation future' ma più semplicemente comunicato come 'Clean Cars 2030' il Governo dello Stato di Washington ha stabilito che tra 9 anni non potranno essere più venduti veicoli con sistema propulsivo diverso da quello elettrico o a idrogeno (fuel cell) con la sola eccezione dei mezzi di emergenza e i camion con peso superiore a 4,5 tonnellate.
    Contestualmente nel 2030 scatterà l'applicazione di una tassa sull'uso delle strade (già applicata sperimentalmente) che andrà progressivamente a sostituire la gas tax, cioè l'imposizione fiscale sui carburanti. La California, in base a disposizioni emanate nel 2020 dal Governatore Gavin Newsom, applicherà norme sostanzialmente analoghe ma solo 5 anni più tardi, nel 2035.
    Sull'onda lunga di queste decisioni e soprattutto del piano di sostegno promesso dal presidente Biden è possibile - si legge sul sito specializzato Greencar Reports - che altri Stati, tra cui New Jersey e Massachusetts, anticipino programmi di 'messa al bando' dei motori termici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie