Cina leader mondiale in vendite di veicoli a nuova energia

Confermato nel 2021 il primato a livello mondiale

Redazione ANSA

La Cina si è classificata al primo posto a livello globale in termini di vendite di veicoli a nuova energia (Nev) per il settimo anno consecutivo nel 2021, nonostante le incertezze economiche e la pressione legata alla catena di approvvigionamento, secondo i dati ufficiali diffusi oggi.
    Le vendite di Nev del Paese sono arrivate a 3,52 milioni di unità l'anno scorso, secondo il ministero dell'Industria e dell'Informatica.
    "Il settore dei Nev cinese ha mantenuto un buon ritmo di crescita nella produzione e nelle vendite l'anno scorso", ha dichiarato Fu Bingfeng, segretario generale della China Association of Automobile Manufacturers, sottolineando quanto siano importanti le robuste vendite di Nev per sostenere la domanda del mercato automobilistico cinese.
    Le esportazioni cinesi di Nev, in particolare, hanno registrato una forte performance l'anno scorso, con 310.000 unità esportate.
    Il boom delle vendite di Nev è venuto dopo il graduale miglioramento delle infrastrutture di supporto nel Paese. Entro la fine del 2021, la Cina ha costruito 75.000 stazioni di ricarica, 2,62 milioni di pali di ricarica e 1.298 stazioni per la sostituzione delle batterie.
    Tuttavia, il settore Nev cinese deve ancora affrontare la pressione dei concorrenti internazionali e le sfide per stabilizzare le sue catene industriali e di approvvigionamento, ha affermato Guo Shougang, funzionario del Ministero.
    Guo ha esortato le autorità locali a lanciare più politiche preferenziali per il parcheggio e la ricarica dei Nev, e a migliorare le politiche di acquisto delle auto, in modo da creare un ambiente sano per aumentare le vendite dei veicoli a nuova energia.
    Il funzionario ha aggiunto che il Ministero intensificherà gli sforzi per costruire più strutture di ricarica per le batterie, nel 2022.
    I dati di oggi hanno mostrato inoltre che la produzione e le vendite di auto della Cina sono aumentate rispettivamente del 3,4% e del 3,8% nel 2021, rispetto a un anno fa, ponendo fine a un periodo di declino durato tre anni consecutivi.
    Il boom delle vendite di Nev è venuto dopo il graduale miglioramento delle infrastrutture di supporto nel Paese. Entro la fine del 2021, la Cina ha costruito 75.000 stazioni di ricarica, 2,62 milioni di pali di ricarica e 1.298 stazioni per la sostituzione delle batterie.
    Tuttavia, il settore Nev cinese deve ancora affrontare la pressione dei concorrenti internazionali e le sfide per stabilizzare le sue catene industriali e di approvvigionamento, ha affermato Guo Shougang, funzionario del Ministero.
    Guo ha esortato le autorità locali a lanciare più politiche preferenziali per il parcheggio e la ricarica dei Nev, e a migliorare le politiche di acquisto delle auto, in modo da creare un ambiente sano per aumentare le vendite dei veicoli a nuova energia.
    Il funzionario ha aggiunto che il Ministero intensificherà gli sforzi per costruire più strutture di ricarica per le batterie, nel 2022.
    I dati di oggi hanno mostrato inoltre che la produzione e le vendite di auto della Cina sono aumentate rispettivamente del 3,4% e del 3,8% nel 2021, rispetto a un anno fa, ponendo fine a un periodo di declino durato tre anni consecutivi.
    (ANSA-XINHUA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie