Volvo e Nvidia, accordo per impiego piattaforma Drive Orin

Enorme capacità calcolo, destinata a guida autonoma futuro XC90

Redazione ANSA ROMA

Ampliando la sua collaborazione con Nvidia nell'ambito di Drive Orin - la piattaforma di AI-computing che è in grado di effettuare 254 trilioni di operazioni al secondo - Volvo Cars intende essere la prima Casa automobilistica a utilizzare questa avanzata soluzione di calcolo nei suoi modelli di prossima generazione, quelli basati sulla prossima architettura modulare per veicoli SPA2.
    Annunciando questo nuovo accordo con Nvidia, Volvo ha confermato che a prima auto dotata della tecnologia system-on-a-chip (SoC) calibrata per la guida autonoma sarà il suv XC90 di nuova generazione, la cui presentazione è prevista per il 2022.
    "Crediamo nella collaborazione con le principali aziende tecnologiche del mondo al fine di realizzare le migliori Volvo possibili - ha dichiarato Henrik Green, chief technology officer - e con l'aiuto della tecnologia Nvidia Drive Orin potremo raggiungere un livello superiore di sicurezza sulle nostre auto di nuova generazione".
    Il computer supportato da questo sistema costituisce un elemento chiave per consentire una guida autonoma sicura e continuamente aggiornata, e quindi per garantire i più elevati standard di sicurezza possibili. Opererà con il software sviluppato internamente da Nvidia in collaborazione con Zenseact, la società di Volvo Cars che si occupa dello sviluppo di software per la guida autonoma, oltre che con i sistemi di assistenza per sterzo e frenata.
    La maggiore potenza di calcolo e l'elaborazione grafica aggiuntiva fornite dalla piattaforma Drive Orin di Nvidia consentono di utilizzare per la guida autonoma sensori avanzati come la tecnologia LiDar sviluppata da Luminar, altro partner tecnologico di Volvo Cars. L'architettura SPA2 di Volvo Cars sarà predisposta per la guida autonoma già all'avvio della produzione, permettendo una funzione senza supervisione, denominata Highway Pilot, che sarà disponibile dopo averne verificata la sicurezza nelle singole situazioni e condizioni.
    L'annuncio rappresenta un ulteriore passo avanti nel rafforzamento della collaborazione tra Volvo Cars e Nvidia dopo che nel 2018 si era raggiunto con accordo sull'utilizzo della tecnologia SoC Drive Xavier di Nvidia per il computer principale delle auto basate su piattaforma SPA2. Ora Drive Xavier, oltre a gestire le funzionalità principali dell'auto come il software di base, la gestione dell'energia e l'assistenza alla guida, permetterà l'interazione con il computer di guida autonoma supportato da Drive Orin.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie