/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fism, centinaia scuole e nidi aderiscono a gemellaggi pedagogici

Fism, centinaia scuole e nidi aderiscono a gemellaggi pedagogici

Scambio reciproco informazioni, buone pratiche, esperienze

ROMA, 11 agosto 2023, 11:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Un successo che ha intercettato un'esigenza significativa: la realizzazione di scambi formativi 'dal basso' e il mutuo apprendimento dai vissuti delle nostre realtà educative". Così Bruno Forte, responsabile del coordinamento pedagogico della Fism, la Federazione italiana scuole materne, definisce l'immediata risposta al "Progetto scambi pedagogici e gemellaggi" formulato nelle scorse settimane. Un progetto che, inviato da poco, ha già ricevuto l'adesione di oltre duecento responsabili di scuole dell'infanzia e asili nido, orientati soprattutto a scambi a livello regionale, provinciale o interprovinciale piuttosto che nazionale.
    "Va sottolineata l'importanza del passaggio da un modello di tipo individuale a quello riguardante la comunità scolastica e, nello specifico, la comunità professionale", si legge in una nota firmata dal pedagogista Bruno Forte insieme al presidente nazionale Giampiero Redaelli. Nello stesso testo spiegano come una funzione particolare sarà svolta dai referenti regionali e provinciali e da un'apposita figura di referente del progetto che farà da animatore e catalizzatore del gruppo delle insegnanti educatrici. Tra gli obiettivi da raggiungere ai quali saranno dedicati incontri a partire da settembre - lo scambio reciproco di informazioni, di buone pratiche, di esperienze per incrementare il livello dei servizi, le conoscenze professionali del personale nei differenti ruoli, consolidando al contempo quella cultura dell'educazione dell'infanzia d'ispirazione cristiana, realmente aperta, che caratterizza la federazione da cinquant'anni.
    Nel frattempo Fism nazionale sta approntando materiali di lavoro e indicazioni di carattere organizzativo e finanziario che saranno a disposizione delle scuole alla ripresa dopo la pausa estiva, per molte iniziata solo in questi giorni alla conclusione dei centri estivi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza