Campania

Ragazza morta: la famiglia, Michele non ha speronato sorella

Parroco, relazione mal vista ma non parlerei di omofobia

(ANSA) - NAPOLI, 13 SET - "Michele era uscito per convincere la sorella Maria Paola a rientrare a casa ma non l' ha speronata, è stato un incidente". È questa la versione dei fatti fornita dalla famiglia di Maria Paola e Michele Gaglione - e riportata dal parroco del Parco Verde di Caivano don Maurizio Patriciello - in merito all' incidente che ha provocato la morte della giovane nella notte tra venerdi e sabato. "E' una famiglia distrutta e che non si da' pace per una figlia appena maggiorenne. Ma stiamo attenti a dipingerla come una storia di omofobia. Forse non sanno nemmeno cos'è. Quel che e' vero è che non erano preparati e non vedevano di buon occhio la relazione con Ciro ma so che si stavano abituando all'idea. Tuttavia erano preoccupati perché Maria Paola era andata via di casa a soli 18 anni e temevano per un futuro senza lavoro e più che mai incerto" fa sapere don Maurizioo dopo aver portato il suo conforto a Franco e Pina, i genitori di Maria Paola morta dopo essere stata speronata in scooter dal fratello Michele. Sembra, infatti, che la giovane vivesse la sua storia d'amore con Ciro appoggiandosi presso residenze provvisorie, ora da amici, ora dai parenti di lui. Situazione che non era ben vista dalla famiglia di lei. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie