Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Agnellino legato durante funzione religiosa, esposto di Aidaa

Agnellino legato durante funzione religiosa, esposto di Aidaa

'Intendiamo sapere se siano state rispettate leggi in materia'

MONTEROSSO CALABRO, 01 aprile 2024, 19:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Associazione italiana difesa animali ed Ambiente ha reso noto che, domani, invierà un esposto alla procura di Vibo Valentia in merito all'esposizione nella chiesa di Santa Maria del Socccorso a Monterosso Calabro, durante una funzione religiosa per le celebrazioni della Pasqua, di un agnellino legato ai piedi. È quanto si apprende da un comunicato dell'organizzazione ambientalista.
    Per l'Aidaa il piccolo animale, nei giorni scorsi, sarebbe stato "costretto, in chiara violazione dell'articolo 544 del codice penale che riguarda il maltrattamento di animali, a subire per diverso tempo questa tortura". Nell'esposto gli animalisti dell'Aidaa chiedono di "verificare le responsabilità di questa tortura a cui è stato sottoposto il piccolo agnello a partire da quelle del parroco o di chiunque altro sia responsabile di questo atto compiuto in aperta violazione delle leggi a tutela degli animali, ma soprattutto si domandano che fine abbia fatto l'agnello dopo la funzione religiosa essendo state raccolte in giro voci sul fatto che sia stato ucciso e poi mangiato e di verificare se queste notizie corrispondano al vero ma anche se siano stati rispettate le leggi vigenti in materia".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza