Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Un vino contro la violenza di genere, in Calabria nasce 'Korale'

Un vino contro la violenza di genere, in Calabria nasce 'Korale'

Iniziativa Associazione donne del vino, fondi a centro Lanzino

COSENZA, 04 marzo 2024, 13:49

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nasce in Calabria il primo vino contro la violenza di genere. Si chiama Korale ed è stato realizzato dall'Associazione nazionale donne del vino.
    Un'edizione limitata che è servita a raccogliere fondi per il Centro antiviolenza Roberta Lanzino, una delle realtà più importanti in Calabria per donne vittime di sopruso. Tutte le bottiglie sono andate esaurite durante la presentazione a Cosenza, nella sede dell'Ais con la presidente nazionale Daniela Mastroberardino. Evento realizzato nell'ambito delle "Giornate delle Donne del Vino" organizzate dall'1 al 14 marzo, e in occasione dell'8 marzo.
    "L'Associazione - ha detto Mastroberardino - è costantemente attiva per dare un segnale importante di contrasto alla violenza sulle donne e ad ogni forma di discriminazione, nella memoria di Marisa Leo, uccisa dall'ex compagno, senza dimenticare la sommelier e Donna del Vino Donatella Briosi che nel 2018 ha subito la stessa sorte. Questa iniziativa, così come il protocollo stipulato con la Polizia, rappresentano il nostro impegno nella società civile per il miglioramento della condizione femminile, per un futuro migliore".
    "Quando abbiamo deciso di unirci per progettare la nostra prima bottiglia era da poco stata uccisa Marisa Leo. E allora abbiamo unito le forze e quello che di meglio sappiamo fare per dire basta ad una strage quotidiana che è il frutto di una regressione della società", ha detto Vincenza Alessio Librandi, delegata delle Donne del Vino in Calabria.
    "Korale" è un vino "corale" perché frutto dalla collaborazione di 10 produttrici calabresi: ognuna ha contribuito con il suo rosso migliore, creando un blend che nasce dalla lavorazione di 6 vitigni autoctoni. Ci sono poi Calabria e Magna Grecia: corale diventa "Kora-le" perché in greco antico "kora" era la donna. E "Kora" era uno dei nomi con cui era invocata la dea Persefone che, secondo il mito, guidava l'alternarsi delle stagioni per la crescita dei frutti. Per questo sull'etichetta è riprodotto il profilo del volto di una delle statue a lei dedicate. Fra gli obiettivi anche il diffondere la cultura della sostenibilità: sono state usate bottiglie più leggere e sottili, tappi 100% riciclabili, etichetta con fibre riciclate.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza