Manovra: Dpb, rinnovo per ecobonus e bonus facciate e verde

Patuanelli, il superbonus già c'è nel 21, proroga con i fondi Ue

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Per favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, "anche per aumentare la resilienza e sostenibilita' e sostenere la ripresa del settore delle costruzioni", il governo proroga nella manovra l'ecobonus e il bonus edilizia. E' quanto si evince dalle tabelle del Documento programmatico di bilancio, in cui non compaiono invece riferimenti al superbonus.
    Il Dpb elenca la proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio; della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020 (50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie; della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l'arredo di immobili ristrutturati; della detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici ("Bonus facciate"); della detrazione Irpef 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, spiega all'assemblea dell'Ance che il superbonus "non c'è nella legge di bilancio perché la legge parla del 2021 e nel 2021 il superbonus è già esistente. "È necessaria una proroga", riconosce il ministro perché il periodo attuale è"troppo stretto perché arrivino i permessi di costruire e le autorizzazioni per svolgere gli interventi, è assolutamente un obbligo per noi proporre l'utilizzo delle risorse che arrivano dall'Europa in funzione di una proroga" che Patuanelli definisce "importante".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA