Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Operazione disinnesco bomba, tutto pronto ad Avezzano

Operazione disinnesco bomba, tutto pronto ad Avezzano

Entro le 8.30 residenti in zona salvaguardia fuori da abitazioni

AVEZZANO, 25 febbraio 2023, 23:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ad Avezzano è tutto pronto per domani, giorno dell'operazione "Disinnesco" della bomba della Seconda guerra mondiale Mark 65, nome in codice AN-M65, di 1000 lb ritrovata l'11 febbraio durante lo scavo di un'abitazione in pieno centro. In azione 80 telecamere 'anti-sciacalli', più di 70 operatori della sicurezza e oltre 150 volontari. Alle ore 8.30 tutti i cittadini residenti nella zona di salvaguardia dovranno aver lasciato le abitazioni, come stabilito dall'ordinanza firmata ieri dal sindaco Giovanni Di Pangrazio.
    Dalle ore 6 alle 8.30 sarà in vigore il divieto assoluto di accesso a tutta l'area nel raggio di 1481 metri dal luogo di recupero dell'ordigno. Saranno autorizzati a transitare solo "i veicoli obbligati ad accedere per esigenze di evacuazione, i veicoli di servizio di Forze dell'Ordine, Protezione Civile e Vigili Del Fuoco, i veicoli del soccorso medico e altri veicoli autorizzati.
    Una volta conclusa la fase di evacuazione dei circa 20 mila residenti, gli artificieri dell'Esercito italiano del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma avvieranno le attività di disinnesco e di rimozione dell'ordigno da 454 chili. Saranno tre le fasi operative che impegneranno gli artificieri: despolettamento, caricamento e trasporto dell'ordigno, per il brillamento in una cava della vicina Massa d'Albe. Oltre 100 i volontari della Protezione Civile (comunale e regionale) impegnati a dare supporto alla popolazione. Per prevenire eventuali azioni di sciacallaggio, l'amministrazione comunale ha azionato i sensori di movimento delle 80 telecamere di videosorveglianza, già presenti in zona. In base al Piano comunale di Protezione Civile sono state individuate 5 aree di attesa con gazebo che faranno da "punti informativi" per la popolazione.
    Molte le attività e i centri commerciali, fuori dalla zona "rossa", che hanno anticipato l'apertura alle 7:00 per ospitare i cittadini evacuati. Molti, comunque, si sono già trasferiti nelle seconde case in località dell'Adriatico, tanti giovani trascorreranno la giornata sui campi da sci nelle vicine stazioni turistiche, altri saranno ospiti di parenti nelle frazioni, altri ancora hanno raggiunto i figli studenti a Roma.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza