Cortina: minacce morte via email a Waldner per parallelo

Responsabile Fis per gare denuncia informatico svizzero

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 18 FEB - "Qui non è una critica magari molto dura e neppure una diffamazione. Qui ci sono minacce di morte e dunque è una cosa seria. Per cui adesso ho affidato tutto ai miei avvocati per perseguire l'autore. Mi sembra una follia, si tratta pur sempre di una gara di sci": Markus Waldner, il responsabile Fis dell' gare maschili di cdm e dei Mondiali ha ricevuto minacce di morte via e- mail dopo le polemiche per lo svolgimento dell'avventuroso gigante parallelo di Cortina che ricadeva sotto la sua competenza. L'autore della e-mail, ha spiegato l'altoatesino Waldner - "è un informatico svizzero".
    A Cortina il gigante parallelo è stata la prima gara di questo tipo introdotta ai Mondiali. E in effetti si è svolta in maniera davvero rocambolesca: una pista decisamente più' veloce dell'altra, un regolamento sconosciuto persino agli addetti ai lavori che si erano dimenticati che nelle finali esiste l'ex aequo se due atleti fanno registrare il medesimo tempo di gara.
    Il tutto con cronometraggio e computer tarati su questa falsa convinzione. Il risultato fu che, oltre alla dure proteste per le due piste troppo diverse tra loro, solo dopo quasi 30 minuti ci si accorse che la medaglia d'oro non spettava solo all'azzurra Marta Bassino ma pure all'austriaca Katharina Liensberger visto che il cronometro aveva attribuito ad entrambe lo stesso tempo nella manche finale. Insomma, un pasticcio.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie