Casinò: stop concordato, udienza prefallimentare a settembre

Giudice ascolterà parti, decisione spetterà al collegio

   E' stata fissata per l'8 settembre prossimo davanti al giudice delegato Marco Tornatore l'udienza prefallimentare della Casinò de la Vallée spa. Un passaggio necessario, dopo che il 9 luglio scorso la Corte d'appello di Torino ha revocato l'omologa del concordato preventivo, concesso dal tribunale di Aosta il 22 ottobre scorso per sanare la grave crisi economico-finanziaria della casa da gioco valdostana.
    A settembre il giudice sentirà le parti - la procura di Aosta, che aveva chiesto il fallimento quando però la situazione dell'azienda era ben peggiore, la proprietà e i creditori - e poi, salvo altri rinvii interlocutori, la decisione sarà rinviata al collegio, presieduto dal giudice Eugenio Gramola, che si riunirà in camera di consiglio, senza le parti.
    I giudici di secondo grado hanno accolto il ricorso contro l'omologa di due società, la Elle Claims (gruppo Lefebvre) e la Valcolor: "Questa Corte ritiene che il decreto di omologa sia invalido - si legge nella sentenza - in quanto fondato su un precedente provvedimento di concessione dei termini per la presentazione del concordato pieno, emesso fuori dei casi previsti dalla legge". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie