Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Umbria medici e farmacie per secondo booster vaccino

In Umbria medici e farmacie per secondo booster vaccino

Attivati anche considerando l'attuale situazione pandemica

PERUGIA, 15 luglio 2022, 17:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Umbria coinvolge anche i medici di medicina generale e le farmacie per la somministrazione della seconda dose di richiamo del vaccino contro il Covid. Lo ha deciso la Regione secondo le modalità e i criteri già stabiliti con gli accordi integrativi regionali.
    Palazzo Donini ha evidenziato che tenuto conto sia dell'attuale condizione di aumentata circolazione virale con ripresa della curva epidemica, sia delle evidenze disponibili sull'efficacia della seconda dose di richiamo nel prevenire forme gravi di Covid-19, viste le indicazioni ministeriali e la pubblicazione della circolare Aifa che raccomanda la somministrazione del booster purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall'infezione, a tutte le persone che abbiano compiuto 60 anni, la Direzione Salute della Regione Umbria ha stabilito di coinvolgere anche i medici e le farmacie".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza