Drin, 800 ingressi nel nuovo spazio creativo e culturale

(ANSA) - BOLZANO, 30 APR - Drin è lo spazio dedicato al mondo del lavoro creativo e culturale in Alto Adige gestito dalla Ripartizione Cultura italiana (Politiche giovanili). Aperto a novembre 2019 ha visto attivarsi al suo interno un progetto di co-working creativo realizzato dall'associazione Ascolto Giovani della Federazione Gaetano Gambara che, in queste settimane, ha deciso di dare un contributo ai primi mesi di vita. "DRIN è un progetto strategico per la nostra provincia - spiega l'assessore alla cultura Giuliano Vettorato - si tratta di uno spazio pubblico che ospita un progetto di coworking che sta già facendo molto per rigenerare l'ex sede dei Telefoni di Stato. Cultura e creatività sono ottimi strumenti per capire meglio il mondo che ci circonda".
    Sono quasi 800 le persone passate negli spazi di Drin ed estremamente innovative le iniziative e i soggetti che hanno abitato la struttura fino alla chiusura di metà febbraio dovuta al covid-19. Si tratta di pratiche legate al mondo del design, del web, dei social media e altre nuove forme di impiego che fino a qualche anno fa non avevamo nemmeno un nome. In Corso Italia 34, sede di Drin, tutti loro hanno trovato un punto in comune in cui è stato possibile fare rete per poter crescere il territorio insieme, informa la Provincia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol




        Modifica consenso Cookie