Morta Donatella Carmi, fondatrice Fondazione Leniterapia

Era anche vicepresidente della Fondazione Cr Firenze

(ANSA) - FIRENZE, 17 OTT - E' morta nella notte a Firenze Donatella Carmi Bartolozzi, 71 anni, fondatrice della Fondazione Italiana di Leniterapia (File), di cui era presidente, e vicepresidente della Fondazione Cr Firenze. Malata da tempo, Carmi è stata sempre molto impegnata nel volontariato e nell'assistenza e dette vita nel 2001 alla File per sostenere e assistere gratuitamente i malati gravi o terminali anche grazie alle cure palliative. "Sono e siamo tutti profondamente addolorati ha dichiarato il presidente di Fondazione Cr Firenze Luigi Salvadori -.
    Abbiamo perso una grande donna e una cara amica. Crediamo che il miglior modo per onorarne la memoria sia dedicarle la prossima edizione del festival 'L'Eredità delle Donne' che sta per cominciare e che lei ha fortemente voluto e a cui ha destinato tante energie''. "Ci impegneremo tutti a proseguire quanto da lei avviato, facendo tesoro dei suoi insegnamenti e della sua testimonianza". Così i volontari e gli operatori di File esprimono cordoglio per la scomparsa, dopo una lunga malattia, di Donatella Carmi Bartolozzi, presidente della Fondazione italiana di Leniterapia, da lei stessa fondata nel 2002. Donatella Carmi, spiega una nota, in questi 18 anni di attività a File, è sempre stata in prima linea nell'assistenza alle persone malate croniche, affinché fosse loro garantito il diritto alle cure palliative, il diritto a non soffrire, non solo durante il fine vita, uno dei momenti più difficili che una persona si trova ad affrontare, ma anche nelle fasi precoci di una malattia inguaribile. Ogni giorno dal 2002, File si prende cura non soltanto del malato cronico in fase avanzata o terminale, ma supporta anche la sua famiglia nel percorso di malattia e nella difficile fase successiva alla perdita. Le équipe sanitarie ed i volontari assistono persone con una malattia inguaribile, sia di tipo oncologico che non oncologico, ne tutelano la dignità e la qualità della vita, rispondendo non solo ad esigenze sanitarie complesse ma anche a bisogni psicologici, relazionali, spirituali. Alla base dell'assistenza, infatti, c'è un percorso di accompagnamento umano della persona malata e di coloro che le stanno vicino, per sostenerli senza mai farli sentire abbandonati. Il servizio di cure palliative/leniterapia offre tutto questo a domicilio, in hospice, negli ospedali dell'Azienda Usl Toscan Centro e all'interno delle residenze sanitarie assistenziali del territorio. Il servizio è attivo nelle Città di Firenze e Prato e nelle rispettive province, dal Mugello al Chianti Fiorentino, da Vernio a Poggio a Caiano. In pratica, oltre 50 comuni del territorio."Con grande dispiacere apprendo della scomparsa della cara Donatella, da anni figura centrale della vita e della cultura cittadina, presenza discreta ma essenziale della Fondazione Cr Firenze". Lo afferma il sindaco Dario Nardella alla notizia della morte di Donatella Carmi Bartolozzi, vicepresidente della Fondazione Cr Firenze e presidente della Fondazione italiana di leniterapia. "Proprio due giorni fa - continua il sindaco in una nota - abbiamo presentato la terza edizione del Festival Eredità delle donne, al quale lei aveva lavorato appassionatamente fino all'ultimo. Per questo ci associamo alla proposta del presidente Luigi Salvadori di dedicarle la prossima edizione che si aprirà a Firenze tra pochi giorni". "Donatella era una persona innamorata del proprio lavoro e della cultura - sottolinea l'assessore alla cultura Tommaso Sacchi - e ci piace ricordarla proprio attraverso il suo operato, quel festival dedicato alle figure femminili più influenti della storia contemporanea che in lei aveva trovato una straordinaria ed efficientissima promotrice e che, malgrado la pandemia, ancora una volta e anche grazie al suo coraggio, potremo far svolgere nella nostra città". Numerose espressioni di cordoglio si sono succedute nella giornata per la morte di Donatella Carmi Bartolozzi, la vicepresidente della Fondazione Cr Firenze e fondatrice della Fondazione italiana di Leniterapia (File) scomparsa a 71 anni la notte scorsa a Firenze. ''Per Donatella la nostra Istituzione era una sua seconda casa e lei è stata una preziosa ambasciatrice dei suoi valori fondanti e del suo ruolo in città'', la ricorda ancora il presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori. ''Ne abbiamo sempre ammirato la voglia di vivere - aggiunge Salvadori - nonostante la sofferenza dell'ultimo periodo, il suo sorriso contagioso e la capacità di lavorare assieme. Il suo entusiasmo e la sua sensibilità l'hanno portata a ideare due delle iniziative più significative della recente storia della Fondazione e che sono emblematiche del suo carattere e del suo desiderio di incontrare tutti e di dialogare con tutti: il festival 'L' Eredità delle Donne' che sta per cominciare nella sua terza edizione e che le dedicheremo e il ciclo di incontri 'La scia dei giorni' giunto alla quinta edizione e prossimo all'avvio''. ''Essi dimostrano - dichiara ancora Salvadori - quanto Donatella credeva nella Fondazione e nella sua preziosa funzione in città avendone respirato in famiglia, grazie a suo padre Alberto, l'anima e i principi ideali e morali. Andremo avanti nel nostro percorso al servizio del territorio anche per onorare la sua memoria e per ricordarla nella storia della nostra Fondazione. Non potremo mai dimenticare la nostra grande e cara Donatella''. Il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi afferma: "Di Donatella mi piace ricordare la forza vitale incredibile. Ha saputo trasformare il dolore, la perdita di una figlia e la sua sofferenza personale, in energia purissima che ha riversato sulla città, la sua Firenze, e su ciascuno di noi attraverso la sua amata File, la Fondazione italiana di leniterapia, e l'impegno nella Fondazione Cr Firenze. Il privilegio di averla avuta amica e di aver condiviso con lei parole e pensieri è un dono che porterò sempre con me. Sono vicina personalmente e come vicesindaca a Massimo, a Francesca e agli adorati nipoti, figli di Benedetta". Il deputato fiorentino di Italia Viva Gabriele Toccafondi ha appreso "con dolore della scomparsa di Donatella Carmi Bartolozzi. Da Sottosegretario all'Istruzione avevamo creato un percorso e un protocollo tra le scuole toscane e la Fondazione Italiana di Leniterapia (File) per supportare i ragazzi nel percorso della difficile fase successiva alla perdita di un familiare o di un amico. Tante sono state le scuole in questi anni che hanno richiesto e ricevuto l'aiuto di File e dei suoi volontari. Anche da vicepresidente della Fondazione Cr Firenze ha sempre aiutato il sistema scolastico toscano su progetti, sull'alternanza, sui laboratori". "Un vero dolore la scomparsa di Donatella Carmi. Una persona forte, attiva, sempre disponibile e attenta, capace di fronteggiare con saggezza e coraggio le dure prove che la vita ha voluto riservarle - dichiara in una nota la parlamentare Pd, Rosa Maria Di Giorgi - Appassionata della città, della cultura, attenta al dolore delle persone, dedita al suo impegno civile. Donna esemplare, intelligente e ricca di idee, in grado di trasformare in realtà ciò che per altri sarebbe stato impossibile immaginare. Una vera perdita per Firenze e per tutti noi che l'abbiamo stimata e le abbiamo voluto bene". Donatella Carmi Bartolozzi è "una grande donna che ha saputo dare al festival Eredità delle Donne un'incontenibile energia. Tra i suoi meriti, tra gli altri, quello di avere subito intuito la forza del cartellone off, le iniziative organizzate dalla città, un modo per ancorare questo progetto ancora di più a Firenze. La sua grande forza e la sua straordinaria umanità saranno sempre d'ispirazione per me. Lavoreremo al meglio per onorarla": così la ricorda Serena Dandini, direttore artistico del festival fiorentino, partecipando al cordoglio per la scomparsa di Donatella Carmi Bartolozzi, fondatrice della Fondazione italiana di Leniterapia (File) e vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, nonché tra i promotori de L'Eredità delle Donne che si terrà dal 23 al 25 ottobre a Firenze. Donatella Carmi Bartolozzi "ha voluto fortemente l'Eredità delle Donne a Firenze con coraggio ed energia, senza di lei non ci sarebbero state le forze per organizzare una manifestazione così sul territorio per tre anni. Ci associamo all'appello della Fondazione CR Firenze nel dedicarle la terza edizione che, nonostante la malattia, ha contribuito a realizzarla", la ricorda inoltre lo staff di Eredità Delle Donne, festival diretto da Serena Dandini, con Elastica, Antonella Centra di Gucci, storico partner del festival, esprimendo il loro cordoglio. Il festival si associa all'appello del presidente Luigi Salvadori di Fondazione CR Firenze di dedicarle la terza edizione de L'Eredità delle Donne in programma dal 23 al 25 ottobre.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie