Principe Harry, disinformazione social minaccia a democrazia

'Io e Meghan vittime di molestie online'

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - La "disinformazione" sui social media è una minaccia alla democrazia. Lo sostiene il principe Harry che, in un'intervista al sito Fast Company, accusa le piattaforme di "sottrarsi alle loro responsabilità".
    "C'è letteralmente stato un attacco alla democrazia agli Stati Uniti organizzato sui social media ed è una questione di estremismo violento", ha detto il duca di Sussex che ha anche ricordato le molestie online di cui sono stati vittima lui e Meghan Markle.
    "Sono stato davvero sorpreso di vedere come la mia storia fosse stata raccontata in un modo, la storia di mia moglie in un altro. E la nostra relazione in un altro modo ancora. Quella falsa narrazione è diventata la madre di tutte le molestie. Non sarebbero nemmeno iniziate se la nostra storia fosse stata raccontata in modo veritiero", ha detto il principe che quasi un anno fa ha rinunciato al suo ruolo nella famiglia reale britannica e si è trasferito Los Angeles con la moglie e il figlio.
    "Sappiamo tutti cosa succede quando il vero prezzo della disinformazione viene ignorato. Non capisco come le piattaforme social possano guadagnare profitti senza assumersi le loro responsabilità", ha concluso Harry. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie