Virus, Corea del Sud: altri 169 contagi

Bilancio casi sale a 1.146, 11 finora i morti nel Paese asiatico

(ANSA) - SEUL, 26 FEB - Il numero di persone infettate dal nuovo coronavirus in Corea del Sud è salito a 1.146, dopo l'annuncio oggi da parte delle autorità sanitarie locali di 169 nuovi contagi e di un undicesimo decesso. Si tratta del livello più alto di contaminazione nel mondo al di fuori della Cina continentale, dove l'epidemia di Covid-19 è iniziata a dicembre.
    L'undicesima persona a soccombere al virus è un trentenne proveniente dalla Mongolia, che è diventato il primo straniero a morire in Corea del Sud, secondo un comunicato stampa del Centro per il controllo malattie e prevenzione (Kcdc). Era stato ricoverato in ospedale in attesa di un trapianto di fegato, secondo l'agenzia di stampa Yonhap. Il 90% dei nuovi casi di infezione è stato rilevato a Daegu (sud), quarta città del Paese asiatico ed epicentro dell'epidemia in Corea del Sud, e nella vicina provincia del Nord Gyeongsang.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie