Migranti:Grandi (Unhcr),Libia non sicura

Dopo incontro con Di Maio a New York,'stop a sistema detenzione'

(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Alla luce del conflitto in corso" in LIbia, "nonchè delle inaccettabili condizioni umanitarie", i ritorni verso la Libia delle persone intercettate in acque internazionali "devono essere evitati in ogni modo e ciò fino a quando la situazione non sarà cambiata". Lo sostiene l'Alto Commissario Onu per i rifugiati, Filippo Grandi, dopo l'incontro avvenuto ieri ieri a New York a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.
    L'Unhcr "non considera i centri di detenzione in Libia sicuri per rifugiati e migranti" e l'Alto Commissario esprime "profonda preoccupazione per questa situazione ormai protrattasi nel tempo". L'Agenzia Onu chiede "con forza che si ponga fine al sistema della detenzione di migranti e rifugiati e in alternativa di assistere i rifugiati nei contesti urbani o attraverso evacuazioni".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie