Sport

Atp Indian Wells, Berrettini:' Devo voltare pagina'

'Sinner impressionante, meritiamo le Finals di Torino'

"Non sono riuscito a trovare l'adrenalina giusta, la tensione giusta e quindi ovviamente sono più lento, servo meno bene, faccio meno male", quindi "devo voltare pagina. Mi gestirò in maniera che giocherò a Vienna, Parigi, speriamo a Torino con la Davis, questo è il programma".
    Così Matteo Berrettini dopo l'eliminazione al terzo turno dell'Atp Masters 1000 di Indian Wells contro lo statunitense Taylor Fritz per 6-4, 6-3.
    "Sicuramente - ha sottolineato il 25enne romano - non è la prestazione migliore dell'anno, più che altro credo una questione di energie nervose. Non sono riuscito a trovare l'adrenalina giusta, la tensione giusta e quindi ovviamente sono più lento, servo meno bene, faccio meno male. E' una questione mentale, ho giocato tante partite quest'anno con un atteggiamento molto buono, con una energia molto buona.
    Purtroppo o per fortuna comunque era tanto tempo che non succedeva questa cosa".
    Il n.7 al mondo ha commentato la stagione di Sinner e la sua rincorsa alle Atp Finals: "E' impressionante che lo stia facendo a questa età. Sarebbe bellissimo se tutt'e due arrivassimo a Torino. Credo di non dire una falsità quando dico che abbiamo fatto tutt'e due un'annata buonissima. Lui ha vinto tre tornei addirittura. Credo di meritarmelo e credo che lo se meriti anche lui. Però ci sono ovviamente altri giocatori pronti a toglierci il posto. Quindi finché non è matematico ancora non dobbiamo festeggiare". Riguardo al derby sfumato con il sudtirolese agli ottavi di finale di Indian Wells, Berrettini ha aggiunto: "L'ho visto e gli ho fatto un in bocca al lupo, sarebbe piaciuto anche a me, sarebbe stata una cosa bella però speriamo magari giocare contro in un qualche torneo importante".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA