Espressione blasfema, un turno al laziale Lazzari

In A fermati altri 5 giocatori. Multa di 12.000 euro al Parma

Il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea, in relazione alle partite della 3/a giornata di ritorno del campionato di calcio di Serie A, ha squalificato per un turno Manuel Lazzari (Lazio), per "avere pronunciato un'espressione blasfema al 7' del secondo tempo", in seguito "all'acquisizione e all'esame delle immagini tv". "Considerato - si legge nella motivazione - che il calciatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle riprese tv mentre proferiva un'espressione blasfema, individuabile e udibile senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi dell'art. 37, comma 1, lett. a) e della richiamata normativa sulla prova tv".
    Fra i calciatori non espulsi un turno a Simone Bastoni (Spezia), Federico Dimarco (Verona), Martin Erlic (Spezia), Wesley Theodoru Hoedt (Lazio) e Adrien Rabiot (Juventus). Il Parma è stato multato di 12 mila euro, a titolo di responsabilità oggettiva, "per avere ingiustificatamente ritardato l'inizio del primo tempo di circa 9'".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie