Lippi: "Lo screzio Conte-Agnelli? Arriva dal passato"

'Gattuso a Napoli bravo a inventarsi sempre una squadra nuova'

(ANSA) - ROMA, 15 FEB - "Gattuso ha dovuto far fronte a numerosissime assenze, sta facendo a meno di Merters, gli è mancato pure Osimhen - che era stato preso per dare profondità al gioco della squadra - adesso non c'è Koulibaly. Rino si è dovuto inventare ogni volta la squadra e meno male che ne ha avuto la capacità. Proviamo a fare un conto dei giocatori che sono mancati al Napoli". Così l'ex ct degli azzurri, Marcello Lippi, ai microfoni di Radio Anch'io lo sport, su RadioRai.
    "Lo screzio fra Antonio Conte e Agnelli? Quando si giocano partite così importanti c'è grande tensione e allora scappa una parola o un atteggiamento sbagliato che, con uno stato d'animo normale, eviteresti. Ma è evidente: ci sono degli screzi che vengono dal passato - aggiunge -. Il calcio in Cina? C'è un'occidentalizzazione che non piace molto al Governo. Il calcio sta subendo un ridimensionamento, almeno fino a quando non si risolverà definitivamente il problema del Covid. Non vengono visti di buon occhio tutti questi soldi che vanno a giocatori e tecnici stranieri".
    Infine, la Champions: "Per le italiane è dura. Il Porto è accessibile per la Juve, Bayern e Manchester City le vedo un gradino sopra le altre, poi ci sono Real e Barcellona, che sta ritrovando un Messi fantastico. La Lazio avrà di fronte la squadra più forte d'Europa". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie