Calcio

Calcio: Bartomeu 'folle dire che volessi cacciare Messi'

Presidente Barça: 'non c'era piano per riassestare i conti'

(ANSA) - ROMA, 27 OTT - "Non e' vero, anzi e' privo di senso, dire che volessi facilitare l'addio a Messi per rimettere a posto i conti del club. E per questo non ho mai pensato di dimettermi, quest'estate". Josep Bartomeu, presidente del Barcellona nella bufera dopo il caso Messi di quest'estate, parla per la prima volta dal giorno in cui l'argentino ha inviato il suo fax legale per annunciare l'intenzione di rescindere unilateralmente il contratto.
    "Così -ha proseguito- ho deciso di non affrontare una discussione dialettica, perché la priorità era che Messi fosse nel nuovo progetto e non lo farò ora, perché è il nostro capitano".
    "La storia e' semplice: Leo aveva quell'opportunita' entro il 10 giugno, il termine era scaduto e quindi il suo contratto era rinnovato - ha aggiunto Bartomeu, in una conferenza telematica con i media spagnoli - La sua rabbia e' un bene, vuol dire che non accetta le sconfitte...Spero che resti a lungo qui, e che chiuda la carriera col Barca". ". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie