Luis Enrique,Messi e Barcellona?meglio che non parli

'E' una questione delicata, servirebbe gratitudine reciproca'

(ANSA) - ROMA, 06 SET - "È una questione molto delicata, e una riflessione generale e credo sia meglio che io stia zitto.
    Però mi sarebbe piaciuto che tra il Barcellona e Messi si fosse arrivati a un accordo".
    Così Luis Enrique, ct della Spagna ed ex allenatore della Pulce al Barça (con cui vinse la Champions del 2015), risponde in conferenza stampa a una domanda sul caso del momento, risoltosi con la decisione, presa controvoglia, dell'argentino di rimanere in Catalogna.
    "Penso che un club venga prima delle persone: il Barcellona e' stato fondato nel 1899 - dice ancora Luis Enrique, che il 'blaugrana' lo ha vestito anche da calciatore -, è una delle prime società al mondo. Tra Leo e il Barcellona c'è stato un rapporto meraviglioso, lui ha fatto crescere la squadra in modo esponenziale. Prima o poi smetterà di giocare con quella maglia, e sarebbe stato bello se ci fosse stata reciproca gratitudine: il Barça resterà sempre il Barça, Messi sarà grandissimo per molti anni dopo il suo addio. Perciò, era meglio chiuderla in modo amichevole".
    Intanto, i media spagnoli segnalano che, nonostante la decisione di rimanere, Messi non si è ancora presentato per i tamponi Covid che deve obbligatoriamente fare per cominciare la preparazione. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie