Calcio: accusa di frode fiscale per Benfica e suo presidente

Secondo media portoghesi, procura indaga su pagamento 1,8 mln

(ANSA-AFP) - ROMA, 14 LUG - Il presidente del Benfica, Luis Filipe Vieira, la società che gestisce il club e quello che possiede lo stadio, sono stati incriminati dalla giustizia portoghese per evasione fiscale. Secondo il quotidiano sportivo 'A Bola' e poi confermate da diversi media portoghesi, il caso riguarda pagamenti per un importo di 1,8 milioni di euro nel 2018 a un fornitore di servizi informatici per lavori mai effettuati. Sempre secondo la stampa locale, Luis Filipe Vieira è stato ascoltato dalla giustizia martedì mattina ma il club non ha confermato.
    La Procura ha confermato solo l'esistenza di un'indagine relativa a fatti che possono costituire un reato di frode fiscale mentre fonti della magistratura hanno rivelato che l'accusa coinvolge una persona e due società. (ANSA-AFP).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie