Calcio

L'appello di Rashford per il cibo ai bimbi poveri

Attaccante United scrive al Governo "non interrompete gli aiuti"

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - Dopo aver contribuito alla raccolta di 20 milioni di sterline (22,3 milioni di euro) per finanziare pasti da fornire a persone svantaggiate, Marcus Rashford, attaccante della nazionale inglese e del Manchester United, in una lettera aperta inviata ai deputati della Camera dei Comuni ha chiesto al Governo che la prossima estate continui ad aiutare i bambini poveri a procurarsi il cibo loro necessario.
    Il governo britannico ha annunciato all'inizio del mese che durante le vacanze estive cesserà il programma che consente alle famiglie modeste di ricevere buoni alimentari di 15 sterline (16,70 euro) per bambino a settimana, programma istituito quando il lockdown ha costretto le scuole e le loro mense a chiudere.
    Rashford ha chiesto ai deputati di "tornare su questa decisione e fare della protezione dei più deboli la massima priorità". "Lasciando da parte ogni affiliazione politica, non possiamo essere d'accordo sul fatto che nessun bambino dovrebbe avere fame?", ha scritto il giocatore, 22 anni, il quale ha anche ricordato che lui stesso, nato in una famiglia modesta e con cinque fratelli, è stato spesso in grado di mangiare correttamente solo grazie agli aiuti della scuola. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie