Altro divorzio in casa Roma, Petrachi alla porta

Ds 'sospeso' con effetto immediato, paga strappo con Pallotta

Sospeso con effetto immediato. A nemmeno un anno dalla nomina a direttore sportivo, e con un contratto valido ancora per altre due stagioni. Non un licenziamento, ma quasi. E in ogni caso l'ennesimo divorzio della gestione Pallotta, nello specifico il terzo per un ds. Il rapporto tra la Roma e Gianluca Petrachi si è consumato in fretta, e quasi certamente adesso vivrà una coda legale per potersi chiudere in maniera definitiva. Il lavoro di mediazione del Ceo giallorosso Guido Fienga, che erediterà temporaneamente le mansioni da ds (coadiuvato da Morgan De Sanctis), non è stato sufficiente a far recuperare la situazione, precipitata dopo l'invio di un messaggio dai toni forti inviato da Petrachi a Pallotta per l'intervista il cui il presidente ha omesso il nome del dirigente salentino al momento di sottolineare l'ottimo rapporto tra la squadra, Fonseca e il management. In ogni caso, un divorzio che cade a cavallo tra la ripresa del campionato e la lunga fase di trattativa per la cessione del club a Friedkin, prima tramontata e poi riaperta dalle ultime parole di Pallotta.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie