Il punto sui campionati europei di calcio

Serie A, LaLiga, Ligue1, Bundesliga e Premier FOTO

Redazione ANSA

E' l'anno del Manchester City di Guardiola tiranno della Premier, del Bayern collezionista di trofei che guida la Bundesliga mentre il Psg, distratto dalla Champions, è a pari punti per ora col Lille. Tutto in gioco in Liga con l'Atletico pressato da Barca e Real. Conferme e novità nei campionati europei, all'ultima pausa con le nazionali prima dello sprint finale, con le crisi impreviste di Liverpool e Tottenham, le ottime prestazioni di Leicester, Lipsia, Lione. Tra i goleador boom di Haaland e Lewandowski, a segno con continuità Mbappé, Messi e Suarez.

PREMIER LEAGUE: RISULTATI, FOTO E CLASSIFICHE 
Guardiola studia, rifinisce, inventa e, con una rosa sempre più ricca, torna a dominare la Premier approfittando della crisi profonda del Liverpool. Col falso terzino Cancelo e il falso 'nueve' Gundogan o De Bruyne disorienta gli avversari, la difesa è blindata con Ruben Dias, gli esterni d'attacco Foden (il nuovo giocatore totale) e Sterling seminano il panico. Il City nasconde il pallone e, con meccanismi perfetti ad alto tasso di qualità, stravince. Una striscia di 21 vittorie consecutive viene interrotta dallo United, che è secondo a -14, ma il titolo è quasi in cassaforte e Guardiola prova a riagguantare la Champions che gli sfugge dai tempi del Barca di Messi. I cugini dello United contendono al sempre gagliardo Leicester di Vardy il secondo posto. Solskjaer ha salvato la panchina dopo il tracollo (1-6 ) col Tottenham e con la leadership e i gol di Bruno Fernandes è tornato competitivo. Favorito per il quarto posto (-20 dal City) il Chelsea che Tuchel ha riassestato dopo il disastro di Lampard: imbattuto in 13 gare, con due gol subiti, ha dato un senso alla campagna acquisti faraonica di Abramovich. Dietro arrancano la delusione Tottenham (Mourinho ha sparato a zero contro l'egoismo di giocatori e procuratori) e il crollo inspiegabile del Liverpool di Klopp capace di perdere sei gare di fila in casa. Altre due squadre possono ambire al quarto posto Champions: il sorprendente West Ham di Moyes e l'Everton di Ancelotti, un po' alterno ma competitivo. Fuori dai giochi l'Arsenal di Aubameyang e Lacazette, a cui rimane la chance Europa League. Quasi retrocesse Sheffield e West Brom, rischia anche il Fulham.

LALIGA: RISULTATI, FOTO E CLASSIFICHE
Sembrava l'anno del terzo incomodo Atletico, per la persistente crisi di Real e Barca e un vantaggio consistente con gare da recuperare. Ma nonostante i 19 gol di Suarez (arrivato a 500 in carriera) Simeone ha visto frenare la squadra, uscita anche dalla Champions, e si ritrova il Barca (23 gol di Messi) a -4 e il Real di uno Zidane, che sembrava sull'orlo dell'esonero, a -6 coi 17 gol di Benzema e ultima spagnola in Champions. Le due big pagano il ricambio, ma i giovani (reclutati a peso d'oro) stanno maturando e tutto può ancora succedere. Il Barca, dopo il tonfo col Psg, si è ripresa con 11 vittorie e un pari nel 2021. Anno controverso nel Siviglia di Monchi e Papu Gomes, che tiene senza problemi il quarto posto. La lotta per l'Europa League riguarda Real Sociedad, Betis e Villarreal, a picco il Valencia. Verso la retrocessione Huesca, Alaves e Eibar.

BUNDESLIGA: RISULTATI, FOTO E CLASSIFICHE
Il Bayern dei sei titoli nel 2020 non è sazio, guidato da Flick e dai 35 gol di Lewandowski (a 5 dal record di Gerd Mueller). Squadra sontuosa, rinforzata da Sanè coi golden boy Davies e MUsiala, si è un po' distratta in Bundesliga, concedendo tre sconfitte, ma ora è in fuga e ha +4 sull'ottimo Lipsia di Nagelsmann, stabile seconda forza della Bundesliga. Wolfsburg e Francoforte sembrano in grado di conquistare i piazzamenti Champions, ma a -4 c'è il Dortmund alterno (nove ko ma ai quarti Champions) ma competitivo grazie al fenomeno Haaland: 20 gol in 14 gare Champions, per un totale siderale in stagione di 33 gol in 31 partite. Insegue il Lekeverkusen mentre è in crisi il Moenchengladbach decimo. Schalke ultimo, indiziati per la retrocessione anche Arminia e Colonia.

LIGUE1
Mbappè ha fatto 100 gol in Ligue1 ed è il trascinatore di un Psg che convive con gli infortuni di Neymar, si giova della colonia italiana Florenzi-Verratti-Kean e, dopo la finale 2020, punta a vincere la Champions. Trascura un po' la Ligue1 (7 ko), mai così equilibrata, ma in coppa i parigini hanno stracciato il Lilla, con cui condividono la testa del torneo, per poi vincere a casa del Lione di Garcia, terzo incomodo. Ma alla volata partecipa anche il Monaco di Kovac a -4. Male il Marsiglia che divorzierà da Villas-Boas, Rennes e Nizza. In B andranno il Digione e due tra Nantes, Nimes e Lorient.

SERIE A
L'Inter continua a vincere, anche quando resta ferma a causa dei numerosi contagiati covid, perché la Juventus va incontro a un'imprevedibile caporetto casalinga. A 'tradire' è uno dei suoi ex più amati, Pippo Inzaghi, che conduce al successo il Benevento, reduce da un lungo periodo di vacche magre. Per Pirlo è un crollo clamoroso che rende molto improbabile una rimonta scudetto. Si infiamma la lotta Champions: l'Atalanta vince d'autorità contro la brutta copia del Verona dell'andata mentre si accoda anche la Lazio soffrendo e vincendo a Udine. Prende vantaggio il Milan, che reagisce all'esclusione dall'Europa League e al ko col Napoli ed espugna il Franchi per 3-2. Una vittoria che permette ai rossoneri di consolidare il secondo posto. Il Napoli vince 2-0 all'Olimpico e si prende il quinto posto confermando il buon momento e anche le difficoltà della Roma con le 'grandi'. In coda, brusco passo indietro del Torino che perde in casa Samp e lotta col Cagliari per l'ultima piazza libera in serie A.

Negli altri paesi europei sorpresa in Portogallo con lo Sporting che viaggia a +10 sul Porto e +13 sul Benfica. Ajax dominatore (+ 11 sul Psv) come Young Boys e Rangers già campioni (+20). Vantaggi siderali (+16) anche per Slavia Praga, Olympiacos e Bruges, +13 per Ferencvaros Budapest, +9 per Steaua Bucarest, +7 per Dinamo Kiev sul deludente Shakhtar. In bilico rimangono il campionato russo (Zenit +4 su Cska, Spartak e Sochi) e quello turco con Besiktas, Fenerbahce e Besiktas sostanzialmente appaiate considerando le gare da recuperare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie