Politica
  1. ANSA.it
  2. Politica
  3. Elezioni: la direzione del Pd, la bozza del programma

Elezioni: la direzione del Pd, la bozza del programma

In vista del voto

Il segretario Dem presenta in direzione il programma elettorale del Pd, di cui è stata diffusa una bozza di 34 pagine, che ha tre pilastri: sviluppo, lavoro e diritti.

Subito Ddl Zan e matrimonio egualitario
"Approveremo subito il Ddl Zan e introdurremo il matrimonio egualitario. Un paese civile non esclude, non emargina, non ghettizza. Le battaglie della comunità LGBTQI+ sono semplicemente richieste di uguaglianza: sono la voce di milioni di italiane e italiani che rivendicano libertà e autodeterminazione, che vogliono pari dignità. Per la destra non è mai il momento, noi crediamo che l'Italia sia già in ritardo". Lo si legge nella bozza del programma del Partito democratico.

500mila alloggi popolari in 10 anni
"Lanceremo una nuova stagione di politiche abitative per garantire il diritto alla casa. Lo faremo realizzando 500.000 alloggi popolari nei prossimi 10 anni. Utilizzeremo interventi di rigenerazione urbana per limitare al massimo il consumo di suolo e per dare nuova vita agli spazi meno curati delle nostre città. Perché bellezza, dignità e protezione sociale, possono andare di pari passo". Lo si legge nella bozza del programma del Partito democratico.

Approveremo Ius Scholae e legge su fine vita
"Introdurremo lo Ius Scholae, per superare le ingiustificate discriminazioni che ancora oggi vediamo nelle classi italiane. A settembre, bambine e bambini torneranno nelle scuole. Studieranno insieme, mangeranno insieme, giocheranno insieme". "È il momento di introdurre una norma che non è solo civiltà: è prima di tutto buonsenso. Chi è figlio di genitori stranieri e completa un ciclo di studi in Italia diventa cittadino italiano". Lo si legge nella bozza del programma del Partito democratico. "Approveremo una legge sul fine vita - si legge ancora -, per difendere fino all'ultimo dignità e autodeterminazione, in linea con le indicazioni della Corte costituzionale. Tutte le democrazie avanzate discutono del tema, abbiamo il dovere di fare lo stesso".

Puntare a difesa comune Ue
"Dobbiamo al contempo puntare con decisione su un progetto di integrazione, razionalizzazione e coordinamento della politica di sicurezza e difesa europea, valorizzando l'autonomia strategica dell'Unione Europea. Con l'approvazione della nuova "Bussola strategica", la UE ha assunto con più decisione la prospettiva della costruzione di una Difesa comune. È un punto che riteniamo decisivo affinché l'Europa sia sempre più influente nel contesto globale". Lo si legge nella bozza del programma del Partito democratico. "E' evidente - continua il testo - che una Difesa comune non può ridursi ad essere identificata esclusivamente con un "esercito comune". Occorre che sia condivisa l'analisi delle minacce, che vi sia una agenda europea, che si gestiscano insieme strumenti e risorse. Una scelta tutta politica, prima che militare".

Subito legge elettorale contro liste bloccate
"Per noi è fondamentale rendere più forte, partecipato e trasparente il sistema politico italiano. La pessima legge elettorale con la quale andiamo a votare deve essere cambiata, perché le liste bloccate sviliscono il ruolo del parlamentare, ne condizionano i comportamenti. Ci impegniamo a proporre, lungo queste linee, una nuova legge elettorale al Parlamento sin dai primi mesi della prossima legislatura per superare la frammentazione, il trasformismo, per ridurre gli effetti distorsivi sulla rappresentanza legati al taglio dei parlamentari e per favorire la costruzione di forze politiche stabili e dotate di una riconoscibile identità". Lo si legge nella bozza del programma del Partito democratico.

Rigassificatori necessari ma siano transitori
"Altra cosa è il tema dei rigassificatori, il cui ricorso appare necessario, ma a condizione che essi costituiscano soluzioni-ponte, che rimangano attivi solo pochi anni e che possano essere smobilitati ben prima del 2050, proprio per non interrompere la prospettiva della transizione ecologica. I territori dove verranno installati dovranno inoltre essere coinvolti nelle decisioni e adeguatamente compensati per l'impatto economico e sociale attraverso l'istituzione di un fondo ad hoc". 

Contro crisi al buio 'sfiducia costruttiva'
"Infine, per riconciliarsi con un'opinione pubblica sempre più attonita di fronte alle continue staffette di governo, la nostra democrazia ha bisogno di meccanismi che limitino le crisi al buio, a partire dall'introduzione della sfiducia costruttiva". 

Trasporto pubblico gratis per giovani e anziani
"Proponiamo, inoltre, strumenti per incentivare la mobilità sostenibile, sia introducendo il trasporto pubblico locale gratuito per giovani e anziani, sia incentivando, per le altre categorie, schemi di sconto sul prezzo del servizio di trasporto sostenibile legati all'intensità dell'uso del mezzo, misurato dal biglietto elettronico". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Modifica consenso Cookie