Coronavirus: Papa, prego per disabili e chi li assiste

Bergoglio ha raccontato di aver ricevuto la lettera di una traduttrice della lingua dei segni che gli ha riportato le sue difficoltà in questo periodo

Il Papa oggi ha rivolto un pensiero alle persone disabili e a coloro che li assistono in questo tempo di pandemia. "Ieri ho ricevuto una lettera di una suora che lavora come traduttrice nella lingua dei segni per i sordomuti e raccontava - ha riferito il Papa nell'introduzione della messa a Santa Marta - il lavoro tanto difficile che fanno gli operatori sanitari, gli infermieri, i medici, con i disabili che hanno preso il Covid-19. Preghiamo per loro che sono sempre al servizio di queste persone con diverse abilità ma che non hanno le abilità che abbiamo noi".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie