Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Migranti, le telefonate disperate: "Aiuto stiamo affondando"

Migranti, le telefonate disperate: "Aiuto stiamo affondando"

Orfini, inaccettabile il comportamento del Governo

ROMA, 13 aprile 2020, 14:26

Redazione ANSA

ANSACheck

Migranti: Alarm Phone, Aita Mari verso barcone alla deriva - RIPRODUZIONE RISERVATA

Migranti: Alarm Phone, Aita Mari verso barcone alla deriva - RIPRODUZIONE RISERVATA
Migranti: Alarm Phone, Aita Mari verso barcone alla deriva - RIPRODUZIONE RISERVATA

   Sono voci disperate quelle che arrivano dai microfoni dei telefoni dei migranti in cerca d'aiuto ormai da 56 ore nel Mediterraneo. Alarm Phone, il servizio telefonico dedicato ai migranti in difficoltà, ha pubblicato alcune richieste d'aiuto sul proprio profilo Twitter.

    Si tratta delle voci delle persone che da giorni sono ferme a bordo di alcuni barconi alla deriva. Uno di questi, ieri, sarebbe affondato con decine di persone che si temono morte. "Aiutateci, per favore, stiamo affondando - dice una donna -.  Sono incinta e non sto bene. Mia figlia di 7 anni è molto malata. Non abbiamo cibo né acqua, non abbiamo nulla. Hanno detto che sarebbero venuti ma non è arrivato nessuno. Le persone stanno morendo". "Stiamo seguendo le vostre indicazioni ma non vediamo nessuna barca in soccorso - dice un altro migrante su un barcone con altre 46 persone -. Siamo in condizioni critiche, non possiamo aspettare ancora, aiutateci per favore".

   "Ieri abbiamo scritto con alcuni parlamentari al presidente Conte. Nessuna risposta né da lui né da altri ministri. Tutti sono pronti a citare le parole del Papa, a elogiarle. Ma poi di fronte alle parole di una madre che invoca aiuto guardano altrove. Non c'è ragione che giustifichi questo comportamento", scrive su Facebook Matteo Orfini, parlamentare del Partito Democratico, postando il video di un audio raccolto da Alarm Phone.

Sbarco di 77 migranti, tutti maschi, di origine subsahariana, sulla costa di Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano. Sono stati alcuni cittadini a segnalare la presenza dei migranti al molo di Ponente: secondo una prima ricostruzione sono arrivati a bordo di un gommone di dieci metri. "Sono tutti in buone condizioni", spiega il sindaco Gaetano Montoneri che si è recato subito sul posto.

In merito al "presunto naufragio di un gommone con migranti a bordo, reso noto ieri dall'ong SeaWatch, la Guardia costiera sottolinea che "dalle immagini trasmesse non si rileva la presenza di corpi, relitti o oggetti galleggianti in mare, nelle vicinanze del gommone ne' nell'area circostante, che possano far pensare ad recente naufragio".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza