Politica

Consip: Brunetta, orrore intercettazioni

Avversari politici si combattono con politica e non altri mezzi

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - "Ho orrore per tutte le intercettazioni che non vengono utilizzate con le garanzie di legge all'interno di un processo. Ho orrore perché penso che non sia accettabile che una conversazione privata venga pubblicata sulla stampa, a prescindere dagli interlocutori, senza un'adeguata contestualizzazione. Ho orrore per tutto questo, perché vorrebbe dire che non esiste più la nostra vita privata, così siamo in un regime autoritario inaccettabile in cui poi gli amici degli amici possono avere accesso a queste intercettazioni e usarle a fini economici o politici". Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, in un'intervista a Radio Cusano Campus, sulla telefonata tra Renzi e il padre pubblicata oggi da "Il Fatto". "Non voglio entrare in questo sistema di massacro delle persone. Non importa che possano essere avversari politici, anzi a maggior ragione: massimo rispetto per gli avversari politici che si combattono con la politica. Non con altri mezzi inaccettabili", conclude.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie