Orfini,600ml euro debito partito di Roma

Situazione gravissima, frutto gestione partito in anni passati

(ANSA) - ROMA, 25 GEN - "Il debito imputato alle nostre strutture territoriali è superiore ai 600 mila euro. Prima del commissariamento la capacità di recupero dei contributi degli eletti era assolutamente residuale. Le modalità di rapporto con i 'padroni di casa', per lo più Ater e Comune, incredibilmente confusa e formalmente assai discutibile. Non devo spiegare a voi quanto in questi anni ciò abbia danneggiato la credibilità del Pd, né ricordarvi le tante campagne che su questi temi abbiamo subito dai nostri avversari. La riorganizzazione su base municipale ha consentito di riportare la contribuzione degli eletti a pieno regime e di approntare un piano di rientro complessivo che consentirà - se si vorrà continuare su questa strada- di salvare la gran parte delle nostre strutture territoriali. Anzi, in alcuni casi addirittura di aprirne di nuove". È quando scrive Matteo Orfini, commissario del Pd Roma, in una lettera inviata ai segretari di circolo dem romani e ai commissari municipali in vista del congresso romano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie