Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Tunisia:evento ICE chiude la Settimana della Cucina Italiana

Tunisia:evento ICE chiude la Settimana della Cucina Italiana

Dieta mediterranea e alimenti biologici ponte tra Italia-Tunisia

(ANSA) - TUNISI, 21 NOV - Si è concluso con un evento organizzato dall'ICE Agenzia di Tunisi il ricco programma della VI Settimana della Cucina Italiana nel Mondo in Tunisia.
    "Cucina mediterranea un ponte tra Tunisia e Italia: complementarità, alimenti biologici, benefici nutrizionali per una buona alimentazione", il tema che ha visto lo svolgimento, presso l'Istituto di Alti Studi Turistici di Sidi Dhrif, di un seminario tecnico dedicato al confronto tra agricoltura e produzione alimentare biologica in Italia e in Tunisia, di uno show cooking e di una Master class dell'Executive Chef italiano Alessandro Fontanesi del Four Season Gammarth di Tunisi insieme agli studenti della Scuola Ihet, e infine di una degustazione del menu preparato con prodotti italiani biologici di eccellenza, pronti a fare il loro ingresso sul mercato tunisino.
    I lavori sono stati aperti dall'ambasciatore d'Italia in Tunisia Fabrizio Saggio che ha ricordato come dal 2015 la Settimana della Cucina Italiana "viene celebrata in tutte le ambasciate italiane nel mondo per promuovere non solo la cucina e i prodotti made in Italy, ma soprattutto la grande cultura italiana di cui la nostra cucina è forma d'espressione".
    L'evento ICE è stato organizzato in collaborazione con AssoBio-Associazione Nazionale delle imprese di produzione, trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici naturali e con l'Università di Parma, il cui professor Michele Maccari, esperto di alimentazione sostenibile è intervenuto al seminario. Un seminario dedicato alla Dieta Mediterranea come modello di Sostenibilità alimentare, al rapporto uomo, natura e territorio e salvaguardia dell'ambiente tramite alimenti biologici. L'industria agroalimentare è il secondo settore manifatturiero in Italia dopo la Meccanica e quello agroalimentare Biologico italiano è sempre più rilevante.
    "Il sistema agroalimentare italiano e anche mondiale nell'incerto contesto dei recenti eventi politico-economici determinati dalla pandemia, dal conflitto russo-ucraino e dai cambiamenti climatici in atto, deve affrontare molteplici sfide di carattere tecnologico e sociale. La gestione sostenibile delle risorse naturali l'attenzione alla salute, alla nutrizione, alla sicurezza alimentare sono da sempre caratteristiche del Made in Italy del settore e ancor di più dei prodotti Bio italiani", ha dichiarato il direttore dell'Ufficio ICE Agenzia di Tunisi, Francesca Tango, "lieta che il il ministero dell'Agricoltura tunisino, nella persona di Samia Maamer, Directrice Générale de l'Agriculture Biologique, abbia accettato l'invito ad intervenire al panel di confronto sul tema delle produzioni biologiche dei due Paesi, che testimonia l'attenzione delle due sponde del Mediterraneo ai medesimi temi e alla cultura del cibo come fonte di benessere". L'evento è stato anche occasione per presentare per la prima volta in Tunisia alcune delle eccellenze del settore alimentare Biologico italiano quali "Alce Nero, Agrifree, Astra Bio e Cerreto", aziende associate ad AssoBio. L'iniziativa si colloca all'interno della campagna di comunicazione del Made in Italy nel Mondo promossa da Ministero egli Esteri e denominata "BeIT" e della specifica campagna dedicata al Made in Italy agroalimentare caratterizzata dal branding "The Extraordinary Italian Taste ". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie