Covid: riaperture in Gb, file a Oxford Street

Parte fase due della road map di Johnson dopo lungo lockdown

Lunghe file davanti ai negozi ed esercizi commerciali in diverse città del Regno Unito fin dalla mattina presto oggi, in attesa della riapertura dopo il lockdown deciso a dicembre dalle autorità britanniche per contrastare la pandemia da covid-19. Scatta infatti oggi la fase due della 'road map' stabilita dal governo britannico per la graduale riapertura del Paese e si comincia da pub (sebbene con il limite al servizio all'aperto), negozi di beni anche non essenziali, parrucchieri e centri estetici, anche palestre. Così a Oxford Street a Londra, per esempio, una delle vie dello shopping più frequentate al mondo e lasciata deserta dalla pandemia, si sono formate lunghe file davanti ai negozi in attesa che aprano i battenti. Resta tuttavia l'incognita su come queste prolungate chiusure e il rischio covid che persiste possano aver già cambiato il modo in cui si fa shopping. Di questo tema ne fa subito uno slogan lo storico grande magazzino di Oxford Street, Selfridges, che in occasione della riapertura ha issato sulla sua facciata una scritta a lettere cubitali che recita "Let's change the way we shop" (Cambiamo il modo in cui facciamo compere). 

Ed è già corsa ai primi pub riaperti fin dal mattino, a Londra e nel resto d'Inghilterra, nella giornata che segna l'avvio di una nuova tappa dell'uscita graduale dal lockdown anti Covid fissata dal governo di Boris Johnson sullo sfondo di un calo deciso di contagi e morti e di un numero di vaccinazioni vicino a 40 milioni. La ripresa coinvolge la ripresa dopo oltre tre mesi di negozi non essenziali, parrucchieri e palestre, un alleggerimento parziale sui contatti sociali soprattutto outdoor e l'attessissimo avvio del servizio (per ora e fino ad almeno il 17 maggio solo all'aperto) di pub e ristoranti.

Il premier Tory non ha mancato peraltro d'invitare i connazionali alla cautela. La giornata odierna - ha sottolineato in un messaggio - riflette "un passo importante in avanti nella nostra roadmap verso la libertà. Sono certo che rappresenterà un enorme sollievo per i titolari degli esercizi che sono rimasti chiusi tanto a lungo, oltre che a essere per ciascuno di noi l'occasione per riprendere a fare alcune delle cose che amiamo e che ci sono mancate". Premesso questo, Johnson raccomanda "a tutti di continuare ad agire responsabilmente", curando l'igiene della mani e del volto e concentrando le attività "all'aria aperta", per "contenere il Covid mentre perseveriamo nel nostro programma di vaccinazioni".


   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie