Covid: Argentina, lockdown resta in sole due città

Presidente Fernandez, per resto del Paese resta distanziamento

BUENOS AIRES - Lockdown finito in Argentina, tranne che in due città. Il presidente, Alberto Fernández, ha annunciato che, grazie ai positivi risultati ottenuti con le misure di contrasto della pandemia da coronavirus, l'Argentina esce da oggi dalle misure di confinamento, adottando però ovunque unicamente un meccanismo di Distanziamento sociale preventivo obbligatorio (Dispo). Lo ha reso noto l'ufficio stampa presidenziale, precisando che le città che restano in confinamento sono San Carlos de Bariloche e Puerto Deseado.
    "Nelle ultime settimane - ha dichiarato il capo dello Stato - abbiamo visto un netto miglioramento sia nell'area metropolitana di Buenos Aires, sia nel resto del Paese. Abbiamo verificato che nelle ultime due settimane i casi di contagio sono scesi nettamente, di circa il 30%".
    Dopo aver sottolineato che "ha funzionato l'intervento specifico realizzato dalle autorità sanitarie in dieci province argentine", il capo dello Stato ha assicurato che "il lavoro non è finito" perché "la pandemia è lungi dall'essere stata sradicata".
    Fernández infine ribadito che "stiamo approntando piani in base a cui "fra gennaio e marzo procederemo alla vaccinazione di 13 milioni di persone, ossia il 25% della popolazione nazionale".
    Il ministero della Salute argentino ha intanto reso noto che nelle ultime 24 ore sono morte 275 persone (in totale da marzo 38.216), e 7.846 sono risultate positive che portano il bilancio degli ammalati a 1.235.257.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie