• Riad condanna 5 imputati a 20 anni per l'omicidio di Jamal Khashoggi

Riad condanna 5 imputati a 20 anni per l'omicidio di Jamal Khashoggi

Per altri tre sono state inflitte pene da 7 a 10 anni di carcere

 Per l'omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi, avvenuto all'interno del consolato dall'Arabia Saudita a Istanbul, in Turchia, nel 2018, i giudici del processo in Arabia Saudita hanno condannato in via definitiva 5 imputati a 20 anni di prigione e altri 3 a pene tra 7 e 10 anni. Lo rende noto la procura di Riad, citata da Al Arabiya. 

Il verdetto saudita sul caso Khashoggi non ha alcuna "legittimità legale o morale": è il commento della responsabile Onu per le esecuzioni extragiudiziali, sommarie o arbitrarie Agnes Callamard, che su Twitter parla di "parodia di giustizia". "Una totale derisione della giustizia". È la reazione della fidanzata turca di Jamal Khashoggi alla sentenza definitiva della giustizia saudita per l'omicidio nel 2018 a Istanbul del giornalista dissidente. "Le autorità saudite hanno chiuso il caso senza che il mondo conosca la verità su chi sia responsabile dell'omicidio di Jamal", scrive in una nota Cengiz, dicendosi convinta che "la comunità internazionale non accetterà questa farsa". "Sono più determinata che mai a lottare per la giustizia per Jamal", conclude la donna, che fu l'ultima a vederlo in vita fuori dal consolato di Riad.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie